Non cadere nella Rete (Aziendale): prestazioni e soddisfazione massime

08 luglio, 2020

Il punto di partenza per lavorare con la massima efficienza è avere gli strumenti adatti. E oggi come non mai la necessità di un impianto di rete efficiente, stabile e veloce si è fatta sentire in tutta la sua importanza. Un’azienda con un cloud performante, sostenuto da un’infrastruttura ottimale, ha retto in modo eccellente alla necessità di accessi da remoto.

Cosa intendiamo per reti aziendali ben strutturate?

Una rete aziendale è un’infrastruttura di interconnessione tra dispositivi che possono essere pc, stampanti o server.

I migliori risultati in termini di qualità prezzo e prestazioni, ad oggi, si ottengono con reti miste: fibra e rame.

Solitamente il cablaggio è fatto con cavi di rame per le brevi tratte; oltre i 90 metri si usano cavi in fibra ottica.

Per esempio, per avere una buona rete nel caso di cablaggi strutturati di una certa lunghezza (es. palazzi) si può effettuare un cablaggio in fibra ottica in verticale per raggiungere i piani dalla sala server (solitamente è situata al piano terra o piani inferiori) e rame in orizzontale (dal punto di arrivo della fibra al piano, alla postazione) rigorosamente con cavi in categoria 6.

Questa soluzione è ideale grazie alla portanza della fibra, ossia a parità di quantità di cavi le derivazioni possono essere molte di più; l’esempio più classico è la “Fibra” che arriva nelle nostre case per la connessione ad Internet nella tecnologia FTTC (chiamata appunto “fibra misto rame”).

In alcuni casi vengono utilizzate connessioni Wi-Fi, principalmente dove, per problemi infrastrutturali, non è possibile passare cavi.

È sempre preferibile utilizzare cavi per motivi di sicurezza e prestazioni.

gestione-infrastruttura-rete-1

I parametri per una rete performante vanno studiati prima della realizzazione:

  • tipi di cavo da utilizzare in base alla dimensione e sviluppo della rete (rame e/o fibra come detto sopra)
  • dispositivi di rete che andranno installati
  • tipo di configurazione richiesta per gli stessi dispositivi
  • la tipologia e qualità dei connettori utilizzati (che incide sulle prestazioni della rete);

Per quanto riguarda il Wi-Fi è determinante, inoltre, la “potenza” degli access point utilizzati.

Che la rete sia grande o di piccole dimensioni, la filosofia alla base perché venga realizzata in maniera ottimale è la stessa, ed è analoga a quella della creazione di un impianto elettrico: vale la pena investire sulla creazione di una rete qualitativamente ottima, che tenga in considerazione il numero di dispositivi che si devono connettere e che “guardi al futuro”. Nel caso questo non avvenga, quasi sempre ci si trova successivamente a dover smantellare e riprogettare la rete (con notevoli costi, anche superiori alla prima stesura).

Sicurezza della rete aziendale

Passando alla sicurezza e all’affidabilità della rete, per renderla sicura vanno implementati apparati firewall (sicurezza perimetrale), di buon livello, ma soprattutto è importante la configurazione degli stessi (installare un firewall e lasciare tutte le connessioni aperte non serve a nulla).

Anche la configurazione degli switch è fondamentale: ad esempio ogni porta di uno switch può essere configurata per accettare connessioni da uno specifico MAC Address (quindi da uno specifico PC, notebook, stampante ecc.).

Maggiore è la necessità di monitoraggio e sicurezza agli accessi alla rete e più diventa articolata la gestione delle configurazioni, specialmente nel campo delle reti Wi-Fi: in questi casi risulta necessario rivolgersi a personale qualificato per mantenere la rete efficiente e sicura.

 

Esempio di configurazione avanzata:
Ospedale Israelitico di Roma

Per l’Ospedale Israelitico abbiamo realizzato, in partnership con Telecom, un’infrastruttura Wi-Fi che fornisce il servizio ai pazienti per la sola navigazione Internet; un’ora al giorno per i pazienti ambulatoriali mentre per i pazienti ricoverati viene garantito l’accesso costante. Il tutto è gestito da un Captive Portal (portale di registrazione) e funziona in questo modo:

I pazienti ambulatoriali accedono alla rete Wi-Fi registrandosi tramite social, o numero di telefono, mentre ai ricoverati viene fornita una “scratch card” (solitamente un codice numerico) impostata per fornire l’accesso unicamente nel periodo di degenza.

Abbiamo inoltre configurato una rete nascosta per il personale medico ed amministrativo, che, oltre alla navigazione in internet, può connettersi anche ai gestionali normalmente utilizzati (es. cartella clinica del paziente consultabile da tablet).

Il tutto è servito da 31 access point distribuiti nella clinica. Al personale medico basta l’utilizzo di un tablet e ovunque rimane connesso, con accesso a tutte le informazioni della struttura.

 

E tu sei soddisfatto del tuo impianto di rete?

Sai già a chi rivolgerti per la configurazione e il controllo periodico degli apparati?

Noi di Eco Tech siamo a tua disposizione per il cablaggio di una nuova rete, l’implementazione (dove possibile) della rete esistente, e per la configurazione personalizzata di tutti gli apparati di rete.

Elisabetta Vincenzi

Elisabetta è "La mediatrice". Politico nato, è quella delle mail educate ma taglienti, che con abile arte oratoria risolve situazioni scomode. E' il punto di riferimento per i clienti e... meglio non farla arrabbiare.

Vuoi parlare con noi?

Potrebbe interessarti anche...

dicembre 7, 2020
Soluzioni in breve: Soluzioni informatiche per la sanità Sala d’attesa o attesa in sala? Operatori operativi o strutture rallentate? Eccezione nello straordinario o regola per l’ordinario? Terminati...
Continua